Marina di Cassano - Il Porto Marina di Cassano
Il porto di Marina di Cassano è costituito da un molo di sopraflutto con banchina di circa 200 m e da una scogliera di sottoflutto di 100 m. E' stato realizzato un nuovo molo di sopraflutto a scogliera a ponente di quello esistente e parallelo a quest'ultimo all'interno del quale è stato sistemato un campo boe per l'ormeggio di imbarcazioni da diporto. Si può ormeggiare in banchina (tranne per i primi 75 m destinati all'ormeggio delle imbarcazioni da pesca e nella zona in concessione al distributore carburanti) per il tempo necessario all'imbarco/sbarco passeggeri e merci. La restante parte di banchina è riservata al diporto a esclusione di circa 20 mt riservati ai distributori di carburante. Nella rada si può ormeggiare, su corpo morto, nelle aree in concessione agli operatori locali del settore. Orario di accesso: continuo. Fari e fanali: 2584 (E 1696) - fanale a luce fissa verde, 2 vert., portata 3 M, sulla testata della scogliera di difesa del moletto (mantenersi a non meno di 20 m dal fanale). Fondo marino: sabbia, buon tenitore. Fondali: in banchina da 1,8 a 7 m. Posti barca: 180. Lunghezza massima: 56 m. Venti: dominante il maestrale. Traversia: Ovest - NW. Ridosso: Est - SE. Rade sicure più vicine: Sorrento.
il porto marina di cassano, porto marina di cassano, marina di cassano, penisola sorrentina, piano di sorrento, marina cassano, porto marina cassano, sorrento, penisola sorrentina, borgo cassano, cassano, cassano sorrento, marina, meteo, mari, eventi, ilmeteo, marina, previsioni piano di sorrento, mare piano di sorrento, mare marina di cassano, porto marina di cassano, previsioni sorrento, meteo sorrento, eventi sorrento, portale sorrento, portale marina di cassano, portale marina, rifornimento carburante piano di sorrento, rifornimento carburante imbarcazioni, rifornimento carburante marina di cassano, escursione capri, escursione positano, escursione amalfi, escursione costiera amalfitana, escursione ischia, escursione procida, escursione campi flegrei, escursione terra, escursione mare, escursione terra e mare, giro delle spiagge, tour delle spiagge sorrento, tour delle spiagge penisola sorrentina, noleggio barche piano di sorrento, noleggio barche sorrento, noleggio barche capri, noleggio barche amalfi, noleggio barche ischia, noleggio barche procida, noleggio barche penisola sorrentina, noleggio barche, noleggio gommoni, noleggio gommoni piano di sorrento, noleggio gommoni sorrento, noleggio gommoni capri, noleggio gommoni amalfi, noleggio gommoni ischia, noleggio gommoni procida, noleggio gommoni penisola sorrentina, escursioni via mare con o senza skipper, escursioni via mare skipper, taxi boat, uscita serale per spettacoli pirotecnici, uscita notturna per disco Capri, Noleggio gommoni Sorrento, Noleggio gommoni Piano di Sorrento, Ormeggio barche Sorrento, Ormeggio barche Piano di Sorrento, Rimessaggio barche Sorrento, Rimessaggio barche Piano di Sorrento, - Colonnina attacco acque, Energia elettrica ormeggio, Assistenza all'ormeggio Piano di Sorrento, Lavaggio imbarcazioni Piano di Sorrento, Noleggio barche e gommoni, Ormeggio barche e gommoni, Assistenza all'ormeggio, Alaggio e varo imbarcazioni, Rimessaggio invernale, Lavaggio imbarcazioni, Servizio sommozzatori, Illuminazione banchine, Servizio wi-fi, Guardianaggio, Servizi antincendio, Ritiro rifiuti, Servizio meteo, Servizi igienici e doccerifornimento alimentare, Fornitura acqua ed energia elettrica, Riparazione motori, Riparazioni elettriche ed elettroniche, Riparazione scafi in legno, vtr ed acciaio, Assistenza elettromeccanica, Rifornimento carburante, Distributore di gasolio, distributore benzina in banchina, RSU, Parcheggio, Bar, Tabacchi, Rivendita ghiaccio, Servizio taxi, Lavanderia, Pompei in barca, Pompei e Vesuvio in barca, Pirate tour isola di Capri, Esperienza di pesca dalla barca, Bagno ed aperitivo al tramonto nei resti di un'antica Villa Romana
16743
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-16743,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-6.3,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

Marina di Cassano

Il Porto Turistico

Robert_Browning
« Fortu', Fortu', mia cara! Siedi qui, accanto a me, e poggia entrambi i piedini sulle mie ginocchia. Sono sicuro che, se lo tentassi, potrei farti ridere malgrado lo scirocco. Ora apri gli occhi, finché esso non sia scomparso, nero com'è, dal cielo: lascia che io ti diverta col narrarti le mie memorie, come tu dici il tuo rosario. Tutto il Piano mi vide cogliere i fiori o le erbacce! »
(Robert Browning - An Englishman in Italy (Piano di Sorrento) - 1840)

A Marina di Cassano sorsero i cantieri navali che fino alla prima metà dell’Ottocento gareggiavano con quelli di Savona e di Sestri Ponente. I velieri di Piano di Sorrento aprirono infatti traffici mercantili dalla penisola sorrentina prima con i porti del Tirreno e dell’Adriatico e successivamente le rotte verso le lontane Americhe.
Anche se i casali sorrentini andarono a distinguersi, dal secolo XVIII, tra le comunità del Regno di Napoli per il prevalere in essi di attività economiche extra-agricole e per la presenza di un artigianato specializzato, tuttavia sarà sempre l’agricoltura, incrementata dalla coltivazione a carattere intensivo degli agrumi e dalla loro diffusione, a determinare un ulteriore sviluppo dei traffici marittimi con il conseguente incremento delle attività cantieristiche.

Ciò evidenzia la circolarità e l’interdipendenza tra le attività del Piano, cui sarà sempre legata l’evoluzione del territorio.

D’altro canto, gli scafi prodotti dai cantieri della penisola, oltre che essere adibiti ai collegamenti con la capitale, erano sempre più ricercati per la realizzazione degli scambi commerciali sia con i vari porti del Tirreno, sia con quelli dell’Adriatico.

Traffici che saranno avvantaggiati dalla costruzione delle “polacche”. Queste, reputate tra le migliori del Regno perché, “costruite come al Nord”, permettevano una maggiore celerità pur avendo una capacità di carico maggiore delle altre che, valutato in ottomila tomoli di grano, rendevano tali imbarcazioni tanto vantaggiose al commercio da essere noleggiate dai mercanti di Ancona per trasportare le arance sia nella loro città che a Venezia e a Trieste.

Ciò comportò una continua richiesta di scafi, non solo per il piccolo cabotaggio, che incrementò il seicentesco cantiere di Alimuri a Meta e favorì la fondazione di un cantiere lungo il litorale di Cassano, nel terziere di Carotto, ove, frattanto, si sviluppava un vero e proprio mercato di accoglienza dei prodotti commerciali della foria.

Il nuovo cantiere si estese lungo la spiaggia per circa mq. 3850, occupando 250 operai; negli stessi anni a Sorrento fu costruito un cantiere di ampiezza più limitata che, dando lavoro a circa 50 operai, produceva in gran parte barche di modeste dimensioni, adatte alla pesca, fornite spesso, sia di grandi reti che di semplici lanzare per la pesca di polipi.

Evidentemente mentre il cantiere di Alimuri conservava il ruolo di più importante cantiere del territorio sorrentino, quello di Cassano e quello di Sorrento erano adibiti alla costruzione di imbarcazioni da pesca e per il trasporto delle merci tra le varie località della penisola.
L’intensità del commercio derivante dall’accresciuta e pianificata produttività locale incentivò ancor più le attività cantieristiche, vera matrice dell’economia del Piano.

Infatti, in funzione delle commesse, il cantiere di Alimuri subirà una serie di ampliamenti che, conclusi solo all’inizio del sec. XIX, daranno la possibilità di armare più scafi contemporaneamente.
Nello stesso tempo si svilupperà maggiormente il vicino cantiere sull’arenile di Cassano che vedrà la maggiore organizzazione complessiva di piccoli e singoli laboratori di maestri d’ascia.

180

POSTI BARCA

56

Lunghezza massima (espressa in metri)